assemblea pubblica fenix

attenzione! da giovedi 19 ottobre 2017 l’assemblea pubblica di fenix occupato si terrà sempre di giovedì con consueto orario 19,30.

per proporre e condividere idee, iniziative.

giovedi 12 ottobre a fenix occupato

giovedi 12 ottobre presentazione del libro “la Rivolta delle Macchine”

dalle 19 aperitivo bellavita: porta quello che vuoi trovare e condividere da bere e mangiare

alle 21 presentazione del libro di DI FRANS MASEREEL E ROMAIN ROLAND “LA RIVOLTA DELLE MACCHINE”

NAUTILUS AUTOPRODUZIONI

Ci si può fidare della tecnologia? Siamo certi di essere in grado di controllarla sempre e comunque? E se così non fosse cosa succederebbe agli umani? A queste domande Rolland e Masereel avevano dato una risposta immaginando negli anni ‘20 dell’altro secolo cosa sarebbe successo se le macchine si fossero ribellate. Le stesse domande diventano sempre più pressanti in un epoca – la nosta – che comincia a vedere robot, umanoidi, intelligenze artificiali sempre più presenti nella nostra esistenza. Cosa accadrebbe ora se queste macchine si ribellassero o semplicemente se ci affidassimo a loro per decidere della nosta vita?

22-23 SETTEMBRE 2017: TORNA TORINO RIBELLE!

Torino Ribelle 7° ed. – 23 e 24 Settembre 2017

Dopo due stagioni consecutive di successi, Torino Ribelle il festival di corti autoprodotti ha fatto perdere le sue tracce fino a scomparire.

Tornerà? – tutti si chiedono, – Possiamo considerarci al sicuro? – la risposta a queste domande cariche di ansia e terrore è finalmente arrivata…

Nessun muro è al sicuro
Venerdì 22 e Sabato 23 Settembre 2017
Torino ribelle tornerà per invadere di nuovo la città!

I maledetti proiettori si riaccenderanno tra le strade di Torino per mostrare a tutti i vostri video sulla ribellione e qualsiasi sua sfumatura.

    Venerdì 22 e Sabato 23

  • Meeting point alle ore 20:00 al Fenix Occupato – Corso San Maurizio angolo Via Rossini
  • Inizio proiezioni ore 21:00

    Sabato

  • Proiezioni e premiazioni


Il festival è totalmente non autorizzato e non sponsorizzato perciò, per salvaguardarne la riuscita, il luogo scelto per le proiezioni verrà comunicato solo qualche ora prima dell’evento.

Per sapere dove trovare Torino Ribelle restate in ascolto delle libere frequenze di Radio Blackout 105.250 oppure raggiungete il meeting point.

LUNEDì 18 SETTEMBRE CINEFENIX PRESENTA: TORINO RIBELLE OFF- proiezione di “POSSESSIONE DEMONIACA”

Per la settima edizione di TORINO RIBELLE, il festival di cortometraggi autoprodotti proiettato sui peggiori muri della città, abbiamo il piacere di inaugurare la sezione “OFF” del festival dedicata ai lungometraggi autoprodotti.

Questa edizione ospiterà il film “Possessione Demoniaca” di Alessio Nencioni: “Con un piede nella sperimentazione e l’altro in una pozza di sangue virulento, un horror senza fronzoli, verboso e mordace, sempre animato da una grottesca ironia” (https://possessionedemoniaca.wordpress.com/).

cinefenix lunedi 11 settembre

dalle 21,30 circa cine fenix presenta

L’AMERIKANO un film di Costa Gravas (1972)

in uno Stato dell’America del Sud un commerciante americano è rapito dai Tupamaros. In realtà è un agente della Cia e ha avuto una parte non indifferente nel golpe che ha portato al potere la giunta militare. Processato dai suoi rapitori, viene ucciso. Ispirato a un episodio autentico (l’uccisione dell’agente americano Dan Mitrione).

il film in caso di pioggia sarà proiettato dentro Fenix

ULTIMI AGGIORNAMENTI DA RAQQA

Gli ultimi aggiornamenti dal fronte di Raqqa da parte di Cekdar Agir, combattente Ypg, anarco-squatters di Torino.

1 Settembre 2017

L’operazione ira dell’Eufrate é ripartita il 24 agosto, dalla fine di luglio per una ventina di giorni l’operazione si era quasi totalmente bloccata, uno dei motivi sono gli attacchi portati avanti dall’esercito Turco sul lato di Efrin. Dal 24 Agosto per circa una settimana, dal lato est si è avanzato di circa 400 metri, per liberare quasi mezzo chilometro la resistenza da parte dei miliziani dell’isis è stata poca. Raqqa è una città fantasma e la conquista di nuove postazioni è stata molto veloce, l’unico pericolo sono le mine che purtroppo hanno portato la morte di 2 compagni delle Sdf, esse sono mine di vario tipo tra cui anche incendiarie, alcuni compagni sono rimasti feriti gravemente. I miliziani dell’isis per rallentare l’avanzata delle Sdf continuano ad attaccare con macchine esplosive, esse a volte vengono neutralizzate dai raid della coalizione, gli aerei individuano le macchine che sfrecciano ad alta velocità, la tattica dell’isis per prevenire i raid e quella di colorare le macchine con lo stesso colore delle macchine in possesso alle Sdf. La città é piena di tunnel in cui a volte i daesh attaccano le Sdf, in molti casi i gruppi di miliziani che portano avanti questi tipi di attacchi,sono stati quasi sempre neutralizzati. Lo stato islamico continua a colpire le Sdf con lanci di mortai specialmente di notte, ogni 5/10 minuti vengono lanciati sia verso l’est che verso l’ovest della città, continuano anche i lanci di razzi rpg, e in città sono sempre presenti i cecchini dell’isis. L’operazione nell’ultima settimana é accelerata, un mese fa in mano ai daesh rimaneva più o meno 3 chilometri quadrati di territorio nell’ovest della città, adesso si é ridotta più o meno a un chilometro e 200 metri, le truppe del cantone di Jezira hanno avanzato verso il centro della città superando le mura vecchie, i tempi che vengono dati per la liberazione di Raqqa sono di 2 mesi. Partecipano all’operazione ira dell’Eufrate le varie etnie presenti in Siria, Arabi, Curdi, Turcomenni, Armeni e Assire, sono preseti alcune truppe arabe di Efrin fra cui alcune fuoriuscite dall’Fsa, ci sono anche le forze cristiane assire denominati Msf, oltre a questi sono presenti anche le Ybs, unita di resistenza di Shengal, essa si trova nel nord dell’Iraq, nel 2014 aveva subito un duro attacco da parte dell’isis e i daesh avevano portato avanti un vero e proprio massacro verso il popolo Yezida, circa 7500 persone furono deportate dai monti di Shengal e molte donne furono rivendute come schiave, oppure date come spose ai miliziani dell’isis, per le strade di Shengal i daesh non si fecero scrupolo a tagliare le teste anche a bambini di un’anno. Le forze di shengal sono presenti in città anche per vendicare il popolo yezida massacrato nel 2014. In alcuni giornali sono uscite molte polemiche contro le Sdf e le forze americane, che gestiscono i bombardamenti che avvengono nel territorio, le polemiche riguardano i bombardamenti sui civili e che l’Onu vorrebbe aprire un corridoio umanitario. Raqqa e una citta fantasma, non c’e nessuno per strada e i civili che sono in città sono in mano all’isis, chi ha potuto e fuggito dalla città. A Tabqa i daesh utilizzarono i civili come arma di contrattazione, l’isis minaccio’ di sgozzare i civili se non gli avessero fatti fuggire, e quindi le Sdf decisero di far fuggire i miliziani dell’isis per salvare la vita di centinaia di persone, un convoglio di 200 persone fuggi dalla città, purtroppo credo che non c’e la possibilità di aprire un corridoio, la città e piena di mine e per strada non ci sono civili, ci sono i combattenti dell’isis che sparano a ogni cosa che si muove, certamente i civili non possono muoversi e andarsene, purtroppo sono sotto tiro dei bombardamenti anche se si cerca di essere i più precisi possibili. Corrispondenza dal fronte di Raqqa. 1 Settembre 2017